Home Page Chi è Esa Contattaci La tua opinione A Proposito di...
Home Page
Chi è ESA
Le Nostre Tariffe
Area dedicata agli operatori di soccorso
L'automobilista ci informa
A Proposito di...
Ultime Novità
Contattaci

 
06/11/2017
Dal 06/11/2017 è in vigore la nuova Tabella Tariffaria ESA
07/03/2016
Dal 4 marzo 2016 le tariffe ESA e i relativi sconti sono stati aggiornati...
 

Ultimo Aggiornamento
06/11/2017
Ultime Novità
Fiat500 in vendita dal 7 luglio. Così rinasce un mito a 4 ruote.

La Nuova 500: guarda le foto

Icona dell'Italia su quattro ruote, la 500, anzi la «Nuova 500» del 1957 è rimasta nel cuore di milioni di automobilisti. E tra due settimane, con un'operazione «nostalgia» tornerà sulle strade, tutta nuova. Con il motore davanti e la trazione anteriore. E un livello di confort sconosciuto al modello originale. Del resto la similitudine è solo nella linea, al pari di altre automobili moderne di impronta retrò come la Vw New Beatle e la Mini di Bmw.
La vettura, un successo annunciato, ha già raccolto qualcosa come 12mila ordini nonostante un prezzo che non sarà popolare: del resto chi vuole una utilitaria più sbarazzina e a buon mercato può comprarsi la Panda, ovvero la donatrice di organi della nuova e attesissima creatura del Lingotto.
La 500 ha dimensioni contenute: è lunga 355 centimetri, larga 165, alta 149 cm e con un passo di 230 centimetri. Sono tre i propulsori: il turbodiesel 1.3 16v Multijet da 75 CV e i due benzina 1.2 8v da 69 CV e 1.4 16v da 100 CV, tutti abbinati a cambi meccanici, a cinque o sei marce. Nessuna novità, dunque, sotto il cofano: il nuovo modello è spinto da motori collaudati e già montati su molte auto del gruppo torinese.
Il 21 marzo la Casa torinese ha diffuso le prime fotografie ufficiali e la macchina ha già fatto una prima uscita pubblica sabato 16 giugno in occasione delle riprese per un filmato promozionale e adesso è tutto pronto per il lancio che avverrà il 4 luglio, ovvero 50 anni esatti dalla nascita della illustre progenitrice.
A Torino il 4 luglio 1957 veniva presentata la 500 con la quale la Fiat concludeva la fase di rinascita iniziata nel dopoguerra. Il 4 luglio 2007, esattamente mezzo secolo dopo, sarà presentata sempre a Torino la nuova Fiat 500 commercializzata a partire dal 7 luglio.

Mamma Panda e sorella Ford Ka

La nuova 500 è parte dell'alleanza industriale con Ford per la produzione e dell’utilitaria Fiat e della futura Ka. Entrambe le vetture saranno assemblate nello stabilimento Fiat di Tychy in Polonia. Se la base delle due auto (motore, pianale, gruppo sospensioni) sarà identica (è quella della Panda) profondamente diverso sarà lo stile. La futura Ka, che ha decisamente troppe primavere sulle spalle, avrà una carrozzeria moderna e dinamica secondo i dettami del design cinetico delle ultime vetture dell’Ovale Blu (come la nuova Mondeo).

La Fiat 500, anticipata dal prototipo Trepiùno, è una chiara «Operazione Nostalgia», vettura dal gusto retrò pantografata sugli stilemi del modello originale del 1957, icona della motorizzazione italiana.
La nuova 500 è dunque il frutto di una partnership industriale importante per entrambi i gruppi all’interno di un segmento di mercato fondamentale. L’obiettivo comune di Fiat e Ford è aumentare la competitività, tenendo però bassi i costi di sviluppo, ingegnerizzazione e produzione, nel segmento A e sub-B dove stanno scommettendo i principali concorrenti. Volkswagen ha schierato la nuova Fox , mentre Toyota e Psa producono insieme in Romania tre vetture quasi identiche: Toyota Aygo, Peugeot 107 e Citroën C1.
Il segmento A / Sub B è in una fase espansiva: le Case, infatti, stanno proponendo modelli "economici" che vanno incontro alle esigenze di chi vuole un’auto minimale per muoversi in città, mentre nel segmento B (quello di Fiat Punto, Ford Fiesta, Renault Clio e Vw Polo, per esempio) si assiste a una corsa verso l’aumento delle dimensioni. La nuova Grande Punto, la Opel Corsa (imparentata strettamente con la grande Punto) e la Clio di terza generazione, con il suo passo di addirittura 2,58 metri, confermano questa tendenza: si tratta di vetture con ingombri paragonabili alle vetture del segmento medio (C) di qualche anno fa. Hanno fatto dunque un salto in avanti nelle dimensioni, nella qualità della vita a bordo e, inevitabilmente, anche nei prezzi, mentre il mercato comunque richiede ancora vetture spartane ed economiche per girare in città.
Il Lingotto ha coperto fino ad ora quest'area con la moderna Panda, mentre la Seicento - nata sulla base della vecchia Cinquecento - non è più in grado di reggere la competizione, anche a livello di sicurezza (il suo comportamento nei crash test è ormai improponibile, come è dimostrato dai risultati Euro Ncap che pongono la piccola Fiat all’ultimo posto).
Fiat dunque propone un modello tutto nuovo, quasi di nicchia e di forte impatto: una citycar che faccia sognare. Questo modello è appunto la «500» che ricalca le linee della indimenticabile e leggendaria utilitaria, vera icona del design Italiano.

L’aspetto riprende in chiave moderna le forme del modello storico. In pratica, sta alla 500 di Dante Giacosa del 1957 come la Mini «Made in Bmw» che circola adesso sta alla macchina inglese disegnata da Alec Issigonis, o come il maggiolino Volkswagen, prima macchina del popolo ideata durante il regime hitleriano, alla New Beatle. A livello meccanico, come si era visto nei primi prototipi noti come “tre-più-uno”, si tratta di una vettura di concezione moderna e standard.
Anche Ford ha necessità di coprire il segmento A in modo adeguato. La sua Ka è adesso troppo “anziana". Ka, nata nel 1996, ha subìto solo modifiche dettaglio in quasi 10 anni di carriera e, a dispetto della linea molto moderna e di frontiera al momento della presentazione (stile new edge), è una macchina dalla tecnologia piuttosto conservatrice, per non dire obsoleta. Il pianale deriva da quello della Fiesta seconda serie del 1989, mentre il motore 1.300 (1.297 cc) è un aggiornamento del vecchio Kent, un vetusto ma valido “aste e bilancieri” tutto in ghisa che ha fatto la storia della Ford europea. La sua prima apparizione avvenne nel 1959 nel cofano della Anglia.

Articolo tratto dal sito www.ilsole24ore.com

Data: 18/06/2007


 
Home Page Chi è Esa Contattaci A Proposito di...